Volontariato

Un numero unico per le emergenze sarà attivo in Lombardia

Numero unico 112

Numero unico 112

Quando ci si trova ad affrontare una situazione difficile in cui si ha bisogno di soccorrere qualcuno non è sempre facile riuscire a mantenere la dovuta calma per potersi rivolgere a chi è in grado di darci aiuto, ma per cercare di semplificare questo tipo di situazioni a partire da gennaio del prossimo anno in Lombardia sarà valido un nuovo numero unico adatto per contattare carabinieri, polizia, vigili del fuoco e 118 semplicemente facendo il 112.

Il centralino sarà poi in grado di smistare in base alla necessità la chiamata, ma nell’ultimo anno è stato già introdotto con un buon successo nella provincia di Varese ed è per questo che è stato deciso di allargarne la funzione all’intera regione. Il progetto sarà reso posibile grazie alla collaborazione tra il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, e il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, anche se i due governanti non si vogliono fermare qui e vorrebbero provare a mettere in atto un servizio simile in tutto il territorio nazionale consapevole che potrebbe essere un aiuto importante per alcuni cittadini che si trovano in difficoltà.

Leggi tutto »

Nasce la task force del Comune a favore dei disabili

Disabili

Disabili

Una categoria che ancora molto spesso trova difficoltà a integrarsi nella società è certamente quella dei disabili, che spesso hanno problemi per la presenza delle cosiddette barriere architettoniche situate in alcuni luoghi ed è per questo che vista l’emergenza in atto il Comune di Milano ha deciso di scendere in campo in maniera attiva creando un’apposita task force disponibile per il pronto intervento 24 ore su 24 a chi ne farà richiesta.

L’emergenza della situazione è stata avvertita dal nuovo sindaco Pisapia proprio la scorsa settimana in occasione della sua visita al “Corriere della sera” in cui ha avuto modo di incontrare di persona una bambina di cinque anni che gli ha chiesto di eliminare le barriere architettoniche  ed è per questo che ora l’intenzione è quella di provare ad applicare la Convenzione europea per i diritti dei disabili in modo tale che chi ha difficoltà fisiche non debbano risentirne anche nella vita di tutti i giorni all’interno delle varie zone del capoluogo lombardo.

Leggi tutto »

A palazzo Marino nasce la consulta rom

Popolazione rom
Popolazione rom

Uno degli aspetti principali che hanno caratterizzato la campagna elettorale condotta da Giuliano Pisapia e che l’hanno poi portato alla conquista della poltrona di sindaco è stata certamente l’idea dell’accoglienza nei confronti delle popolazioni straniere e in particolare di quelle più sfortunate che scelgono di trasferirsi in Italia con la speranza di migliorare le loro condizioni di vita ed è per questo che per cercare di venire in aiuto al nuovo primo cittadino che un gruppo di dodici rom, regolari e irregolari, che vivono a Milano, hanno costituito una consulta per mettere in atto alcune delle azioni da compiere.

Si tratta di un segnale ben preciso che vuole sottolineare la volontà di interrompere la politica attuata dall’ex vice sindaco Riccardo De Corato, principale sostenitore degli sgomberi attuati nel periodo in cui a guidare il capoluogo lombardo era Letizia Moratti ed è per questo che alcune delle ricerche che verranno avanzate sarà lo stop agli alle operazioni di allontanamento degli stranieri e un maggiore utilizzo delle risorse umane messe a disposizione dalla presenza dei rom. I componenti di questa nuova associazione che verrà ufficialmente presentata sabato prossimo sono molto orgogliosi di questa iniziativa e hanno così voluto evidenziare che gli oltre cinquecento sgomberi realizzati negli anni passati non hanno portato a particolari risultati, ma soprattutto al dover sostenere altissimi costi sociali per tutta la popolazione presente a Milano.

Leggi tutto »

Computer gratis agli anziani dalla Provincia di Milano

Anziani e computer

Anziani e computer

I ragazzi di oggi hanno ormai grande familiarità con tecnologie come il computer con cui iniziano a prendere confidenza già in età scolastica, mentre una situazione differente può riguardare gli anziani che non sono cresciuti con uno strumento simile e quindi non sempre hanno la possibilità di imparare come funziona.

Ora, però, grazie  a un’iniziativa promossa dalla Provincia di Milano alcuni anziani attualmente situati pressi due strutture a loro dedicate avranno la possibilità di ricevere alcuni computer seminuovi da poter utilizzare e che sono stati configurati da un gruppo di tecnici che operano presso Palazzo Isimbardi. Il progetto rientra in un’opera di ammodernamento da utilizzare negli uffici guidati dal presidente Guido Podestà e presenta anche il sostegno dell’assessorato alle Politiche Sociali che ritiene utile svolgere opere di volontariato di questo tipo per cercare di dimiuire il digital divide ancora troppo diffuso all’interno della popolazione italiana.

Leggi tutto »

La Diocesi di Milano a sostegno dell’aids in Zambia

Aids - Africa

Aids - Africa

Questo non è certamente un periodo facile per la maggior parte delle famiglie italiane che hanno ben poche certezze sulla propria situazione economica a causa di diversi problemi lavorativi ed è per questo che è particolarmente difficile riuscire a fare programmi per il futuro, ma nonostante questo è importante tenere presente che ci sono popolazioni nel mondo che attraversano problemi ben più gravi e che spesso non hanno nemmeno il cibo per nutrirsi e scarse condizioni igieniche che mettono a rischio la loro salute.

E’ proprio per questo motivo che la Diocesi di Milano, attraverso il Cardinale Tettamanzi, ha deciso di dimostrare la propria solidarietà introducendo una campagna volta a raccogliere fondi da destinare alla lotta contro l’Aids e che andranno poi indirizzati verso l’Ospedale che il gruppo religioso del capoluogo lombardo ha progettato da qualche tempo in Zambia. Il progetto è stato messo in atto in questo periodo proprio perchè ricorre il cinquantesimo anniversario dall’inizio della missione umanitaria realizzata dalla Diocesi nel Paese africano e vuole essere la dimostrazione che benchè sia passato del tempo non ci si è dimenticati di loro ma si vuole operare in maniera attiva in loro sostegno dato che la prevenzione in una malattia ancora difficile da debellare come l’aids è fondamentale.

Leggi tutto »

Anche il Comune di Milano in sostegno del Giappone

Terremoto Giappone

Terremoto Giappone

Il terremoto che ha colpito il Giappone una decina di giorni fa arrivando a causare migliaia di morti pur trattandosi di un Paese solitamente abituato a gestire questo tipo di calamità ha colpito certamente il cuore della maggior parte degli italiani non solo per un normale senso di solidarietà per chi si trova improvvisamente a perdere tutto, ma anche perchè è ancora vivo in molti il ricordo per le sofferenze causate da quello avvenuto quasi due anni fa in Abruzzo.

Anche il Comune di Milano ha però deciso di esprimere in maniera attiva il proprio contributo in favore degli abitanti del Sol Levante e a confermarlo è stato lo stesso primo cittadino del capoluogo lombardo, Letizia Moratti, che ha avuto modo di sottolineare l’impegno che tutta l’amministrazione comunale ha intenzione di mettere in atto nei confronti di chi improvvisamente si è ritrovato a perdere tutto e dando quindi prova della solidarietà dei milanesi, anche se molti di loro si trovano a dover affrontare una crisi lavorativa che rende precarie le proprie settimane.

Leggi tutto »

Successo per i doposcuola nelle parrocchie milanesi

Doposcuola

Doposcuola

Negli ultimi anni la maggior parte delle scuole effettuano le lezioni anche nel pomeriggio, un’opportunità molto importante per i genitori che non hanno dei parenti vicini a cui affidare i propri figli, anche se questo non sempre avviene per tutti i cinque giorni della settimana e questo spesso costringe spesso a trovare delle soluzioni alternative dove poter lasciare i ragazzi, ma non sempre si tratta di opportunità gratuite.

Sta diventando però un’opportunità sempre più apprezzata la possibilità di effettuare il doposcuola presso alcune delle parrocchie milanesi a cui hanno aderito più di settemila ragazzi che hanno la possibilità di trascorrere il proprio tempo insieme a dei coetanei e di fare anche i compiti che vengono loro assegnati a scuola grazie all’aiuto dei quattromilacinquecento volontari sparsi nelle varie sedi che hanno deciso di dare il loro prezioso contributo. Si tratta di una proposta che può permettere di arricchire anche l’aspetto umano dei vari ragazzi dato che secondo una recente analisi il quaranta per cento dei partecipanti sono di nazionalità straniera, a dimostrazione che non solo il capoluogo lombardo è una città sempre più multiculturale ma che è possibile convivere e andare d’accordo anche se si sono vissute esperienze di tipo diverso.

Leggi tutto »

Piscine gratis a Milano per chi ha più di 65 anni

Nuoto anziani

Nuoto anziani

Uno degli sport che è in grado di apportare benefici al fisico e alla mente a qualunque età venga praticato è il nuoto e anche in una grande città come Milano sono diverse le piscine che permettono di farlo pur senza dover stipulare un abbonamento settimanale o mensile. Per quanto riguarda gli anziani, sono in molti ad amare questa disciplina, anche se alcuni di loro non avendo a disposizione pensioni dall’importo troppo alto spesso sono frenati dall’iniziare dei corsi ed è proprio per venire loro in aiuto che il Comune di Milano ha deciso di introdurre un’interessante iniziativa, che permetterà a chi ha più di 65 anni ed è residente a Milano di entrare gratis nelle piscine appartenenti al circuito di Milano Sport.

Leggi tutto »

A Milano si festeggia il capodanno cinese

Capodanno cinese

Capodanno cinese

Negli ultimi anni Milano si è trasformata a pieno titolo in una metropoli multiculturale in cui convivono in un territorio così vasto non solo persone originarie del luogo, ma anche altre che hanno deciso di arrivare qui dall’estero, una scelta fatta in molti casi per poter trovare un lavoro e tra le varie comunità che si sono stabilite nel capoluogo lombardo in modo sempre più stabile c’è certamente quella cinese che è riuscita ad ambientarsi facilmente in una apposita zona che è stata appunto chiamata “Chinatown” in cui sono stati allestiti negozi di ogni tipo di loro proprietà.

Proprio per dimostrare il loro ambientamento milanese i cinesi hanno in programma di festeggiare anche il loro capodanno con un’apposita festa che è stata organizzata per il prossimo 3 febbraio , giorno in cui è previsto l’inizio secondo le loro credenze dell’anno del coniglio che è simbolo nella cultura asiatica di calcolo e fortuna. Lo scopo della manifestazione per i cinesi residenti nella città del Duomo sarà quindi quello di riprodurre, anche se in misura ridotta, i festeggiamenti che avverrranno nella Cina e per sottolineare l’importanza che ha per loro questo evento si è deciso di far terminare l’evento sabato 12 febbraio in una cornice simbolo per tutti i milanesi come Piazza del Duomo.

Leggi tutto »

A Milano il visto si può richiedere online

Cittadinanza Italiana

Cittadinanza Italiana

Uno dei difetti principali di cui viene spesso accusata la pubblica amministrazione in Italia è quello di richiedere una burocrazia troppo lunga, che anche per pratiche normali come la richiesta di certificati richiede di dover attendere tempi eccessivamente lunghi che possono creare disagi ai cittadini.

In alcune situazioni, inoltre, viene richiesto anche la presenza della persona interessata per poter tutelare il diritto alla privacy e questo finisce per complicare ulteriormente la trafila perchè si può essere costretti a perdere giornate di lavoro per essere presenti agli sportelli al momento richiesto. Proprio per questo motivo per un’operazione come la richiesta di cittadinanza di cui possono avere bisogno gli stranieri si è deciso per la città di Milano di rendere più snello la procedura da seguire e quindi non sarà più necessario passare dal Tribunale per ritirare il casellario penale, documento ritenuto fondamentale per effettuare la richiesta, ma sarà possibile riceverlo via internet grazie a un nuovo accordo che è stato stabilito nella giornata di ieri e che permetterà alla Procura di spedire direttamente quanto necessario alla Prefettura.

Leggi tutto »