Lavoro

Bilancio positivo per Fondimpresa in Lombardia

Fondimpresa

Fondimpresa

Il lavoro negli ultimi anni  un aspetto che tiene in ansia ancora molte famiglie italiane visto che sono ancora troppe le persone che devono accettare di avere contratti precari che danno ben poca sicurezza sul futuro, ma non va molto meglio anche per chi ha con l’azienda un rapporto a tempo indeterminato perchè il calo della domanda che si è verificato in molti settori ha portato alla decisione di introdurre ammortizzatori sociali come la cassa integrazione e la mobilità.

Per cercare di venire incontro alle esigenze di diversi dipendenti e aiutarli a trovare una nuova collocazione all’interno del mercato del lavoro diverse società hanno quindi deciso di aderire a Fondimpresa, il Fondo interprofessionale per la formazione continua che ha tra i prmotori Confindustria e i sindacati che permette di capire le qualità di ogni lavoratore e risolvere anche eventuali situazioni problematiche.

Leggi tutto »

I ragazzi milanesi sono meno “bamboccioni”

Bamboccioni

Bamboccioni

Qualche anno fa aveva suscitato qualche polemica l’espressione utilizzata da parte di un ministro che era arrivato a definire “bamboccioni” la maggior parte dei ragazzi italiani dato che negli ultimi anni si era notevolmente alzata l’età in cui abbandonano la casa dei genitori, anche se in molti casi si tratta di una situazione che non è possibile evitare visto le precarie condizioni economiche e le poche certezze in ambito lavorativo.

Anche per quanto riguarda i ragazzi milanesi il problema è piuttosto diffuso visto che dopo avere passato diversi anni sui libri ci si deve spesso accontentare di stage poco o nulla retribuiti o di lavori non all’altezza delle proprie aspettative ed è per questo che rispetto al passato si registra l’inizio del periodo lavorativo tre anni dopo, ovvero all’incirca intorno ai ventun anni, anche se per proclamarsi totalmente autonomi bisogna attendere almeno i trent’anni. Questa situazione rende difficile quindi anche fare programmi per la propria vita personale come la possibilità di acquistare una casa e di farsi una famiglia, ma se la situazione non è certamente rosea per i ragazzi residenti nel capoluogo lombardo lo è ancora meno per i coetanei che abitano nel resto d’Italia dove i primi stipendi di un certo tipo arrivano ancora più avanti negli anni.

Leggi tutto »

Incontro a Milano su donne e maternità

Mamme e lavoro

Mamme e lavoro

Negli ultimi anni la situazione delle donne sembra essere migliorata e meno soggetta alle discriminazioni che venivano attuate fino a qualche decennio fa arrivando quindi a concedere ruoli anche di reponsabilità a persone appartenenti al sesso femminile, ma nonostante questo sono ancora diversi i problemi che devono essere analizzati e uno di questi riguarda la condizione delle lavoratrici nel momento in cui devono affrontare una gravidanza perchè una delle paure più grandi è quella di non ritrovare più la propria posizione al momento del rientro dopo il parto.

Sono diverse le questioni che devono essere prese in considerazione sia da parte degli imprenditori sia da parte delle neomamme e saranno questi i temi che verranno discussi all’interno di un incontro – dibattito previsto il prossimo 3 maggio a Milano dal titolo “Talenti al femminile e flessibilità in aziensa: tabù o opportunità organizzato dall’associazione Moms@work e dall’agenzia per il lavoro GiGroup che si occupa di verificare le tendenze attuali del mercato del lavoro e di prevenire eventuali disagi all’interno della propria occupazione.

Leggi tutto »

I precari fanno sentire la propria voce a Milano

Precari

Precari

 

La situazione lavorativa  che coinvolge molti italiani ormai da qualche mese ha ben poche certezze sia per chi ha la fortuna di avere un contratto a tempo indeterminato sia per chi invece ha un rapporto che potrebbe scadere presto con il proprio titolare e questo rende difficile poter programmare il futuro e la propria carriera.

E’ proprio per fare in modo che queste persone non possano essere dimenticate che domani nella maggior parte delle città italiane, tra cui non poteva ovviamente essere esclusa anche Milano, è stata organizzata una manifestazione molto importante dal titolo “Il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta” che vuole cercare di fare in modo che ci si muova in maniera attiva in loro sostegno introducendo se possibile anche leggi specifiche che possano introdurre alcuni miglioramenti a beneficio dei precari. Per quanto riguarda il capoluogo lombardo, il ritrovo è fissato per le 15.30 presso le colonne di San Lorenzo dove verrà assistito un palco che vedrà anche la presenza di comici come Diego Parassole e il gruppo Cattive Compagnie, ma ci sarà anche la possibilità di ascoltare alcune testimonianze da parte di alcune persone che avranno la voglia di raccontare il proprio malessere vissuto in questo periodo.

Leggi tutto »

A Milano arriva la giornata nazionale della previdenza

Previdenza

Previdenza

I lavoratori che attualmente hanno una occupazione nella maggior parte dei casi hanno ben poche certezze in merito alla propria situazione e al proprio futuro visto che è sempre più difficile riuscire a ottenere contratti a lungo termine e quindi pensare anche a quella che potrebbe essere la propria vita al termine degli anni di lavoro, anche se sarebbe comunque consigliabile iniziare a pensarci e mettere magari in atto delle pensioni integrative che potranno essere utili a compensare quella prevista tramite i contributi statali.

Proprio per questo motivo ha certamente un’importanza particolare la prima giornata nazionale della previdenza prevista a Milano i prossimi 4 e 5 maggio con l’obiettivo di sensibilizzare i lavoratori a sviluppare una cultura previdenziale e conoscere meglio i possibili piani a cui è possibile aderire. Sono diverse le associazioni che si sono fatte promotrici di questa iniziativa e tra queste possiamo citare Borsa Italiana, Itinerari Previdenziali e Prometeia, che hanno cominciato a comprendere come la maggior parte degli italiani rispetto agli abitanti di altri Paesi dell’Unione Europea tengano poco in considerazione l’aspetto previdenziale della loro carriera lavorativa e anche chi è più giovane è importante possa essere a conoscenza di queste tematiche che possono permettere ad esempio il riscatto della laurea per far valere gli anni trascorsi all’università come se si avesse lavorato.

Leggi tutto »

Nasce “Dall’idea all’impresa” a sostegno dei giovani

Imprese

Imprese

Quello che stiamo attualmente vivendo non è certamente un periodo facile per la maggior parte delle imprese presenti nel nostro Paese che stanno risentendo un po’ in tutti i settori della crisi che ha colpito la nostra economia ed è per questo che appare sempre più difficile riuscire a trovare una nuova occupazione o cambiare quella che si sta svolgendo se si è alla ricerca di una nuova esperienza professionale.

A risentire maggiormente di questa situazione sono soprattutto i giovani, che faticano ad affacciarsi nel mondo del lavoro e a ottenere retribuzioni che possano ritenersi soddisfacenti ed è proprio per questo a Milano si è deciso di mettere in atto un progetto davvero interessante chiamato “Dall’idea all’impresa” per cercare di sostenere la nascita e la crescita di nuove attività imprenditoriali soprattutto nel momento in cui a scegliere di realizzarle sono persone ancora con poca esperienza. L’iniziativa è stata presentata proprio nella giornata di ieri a Sesto San Giovanni ed è rivolta in modo particolare a persone di età tra i 18 e i 40 anni che scelgano di creare una società a responsabilità limitata o una società per iche possa entrare a far parte di questo mercato in modo innovativo e che si trovi all’interno del territorio della provincia di Milano.

Leggi tutto »

A Milano il tradimento è quasi una regola

Infedeltà coniugale

Infedeltà coniugale

Negli ultimi anni la durata media delle coppie è diminuita in maniera sensibile e lo dimostrano l’alto numero di separazioni che si verificano e allo stesso tempo anche il calo dei matrimoni, visto che sempre meno persone credono in questo sacramento e lo considerano soprattutto come una sorta di “contratto” ritenendo molto più semplice poi poter sciogliere un’unione nel caso in cui non si vada più d’accordo.

Ci sono, però, allo stesso tempo anche situazioni in  cui si sceglie di rimanere comunque al fianco del partner ufficiale, ma si cerca all’esterno della coppia una sorta di “diversivo” cercando di non essere scoperti , anche se non sempre quando poi l’infedeltà viene a galla si riesce a ottenere il perdono arrivando poi a una separazione o a un divorzio. Secondo una recente indagine è comunque importante prestare la massima attenzione sui comportamenti del proprio compagno o compagno visto che nel 60% dei casi il luogo in cui si conosce la persona con cui poi si sceglie di tradire è il proprio posto di lavoro in cui la vicinanza diventa spesso stretta e in cui si passano più ore al fianco di un collega piuttosto che a casa, anche se la situazione viene favorita anche dalla diffusione ormai sempre più forte degli strumenti tecnologici come internet e i social network.

Leggi tutto »

Cassintegrati al lavoro alla Provincia di Milano

Provincia di Milano

Provincia di Milano

La cassa integrazione è una manovra che soprattutto negli ultimi due anni è stata attuata da molte aziende per cercare di compensare alla diminuzione delle richieste di lavoro e questo ha ovviamente gettato nello sconforto molte famiglie che rispetto al passato non hanno più le sicurezza economiche di un tempo e a causa della crisi faticano a trovare un’occupazione alternativa.

La Provincia di Milano, grazie al suo presidente Guido Podestà, ha quindi deciso di introdurre un’iniziativa lodevole e davvero interessante ha deciso di dare la possibilità a novanta lavoratori della provincia che attualmente si trovano in cassa integrazione o in mobilità di lavorare all’interno degli Uffici Giudiziari dove già da qualche tempo si verifica una carenza di personale. Questo progetto sarà reso possibile grazie a un accordo stipulato tra la Provincia di Milano e il Tribunale che si trova nel capoluogo lombardo, ma per cercare di non scontentare nessuno la scelta dei lavoratori da impiegare verrà effettuata a rotazione, una misura che non sempre  viene attuata dalle aziende generando quindi nelle persone non solo problemi economici ma anche un senso di rifiuto per non poter assolvere le funzioni per cui si era stati assunti.

Leggi tutto »

Ecco “Fiocco in azienda”, progetto per le mamme che lavorano

Gravidanza

Gravidanza

L’esperienza della maternità è una delle più belle che una donna possa vivere, anche se rispetto all’uomo in molti casi possono esserci delle penalizzazioni dal punto di vista lavorativo con la difficoltà al momento del rientro dopo il parto a riuscire a tornare a fare il compito assegnato in precedenza ed è per questo che a Milano è stato introdotto un progetto molto interessante chiamato “Fiocco in azienda” con la collaborazione di Donne Manager e La Casa Rosa, un’associazione che ormai da qualche anno opera in sostegno delle donne che si apprestano ad avere un figlio.

La presentazione di questa nuova opportunità è avvenuta presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, dove si sono presentate anche il sindaco Letizia Moratti, l’assessore alla Salute, Giampaolo Landi di Chiavenna e l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali, Mariolina Moioli, che hanno sottolineato come ogni mamma che si appresta ad avere un figlio deve poter vivere questa esperienza con la massima serenità e senza preoccuparsi del proprio lavoro in azienda mentre appresta il periodo del congedo ed è per questo che collaboreranno al progetto ventidue aziende della zona per dimostrare che è possibile sostenere le donne anche in questa situazione.

Leggi tutto »

Un’azienda su cinque potrebbe licenziare a Milano

Licenziamenti

Licenziamenti

Uno dei problemi principali che si stanno trovando ad affrontare la maggior parte delle famiglie italiane riguardano i disagi relativi alla propria situazione lavorativa dato che molte aziende hanno visto diminuire le richieste di lavoro, anche se una delle ragioni principali è data anche dalla scelta da parte di molti imprenditori di spostare la produzione all’estero, e questo ha costretto in molti casi a ridurre a misure come la cassa integrazione, ma nei casi più gravi si potrebbe arrivare addirittura al licenziamento per esubero di personale.

Si tratta di una situazione che riguarda gran parte del nostro Paese e che non ha lasciato esclusa nemmeno la Lombardia, che per tradizione è sempre stata una delle regioni italiane con il maggior numero di imprese e in cui molti nostri connazionali sceglievano di trasferirsi dal sud alla ricerca di un’occupazione migliore e che nei prossimi mesi potrebbe addirittura peggiorare. Secondo un recente studio effettuato da Confapi di Milano,l’associazione che riunisce le piccole e medie imprese, infatti, per un’azienda su cinque che attualmente opera nel capoluogo lombardo una delle misure che quasi sicuramente sarà adottata nei confronti dei propri dipendenti sarà il licenziamento a dimostrazione che la tanto agognata ripresa economica di cui si parla da qualche mese non è poi così vicina.

Leggi tutto »