Cronaca

Fratelli uccisi a Milano, confessa il fidanzato di lei

Omicidio Milano

Omicidio Milano

La città di Milano in questo venerdì di inizio estate si è svegliata con lo sconcerto a causa di un duplice omicidio che ha avuto per vittime due fratelli residenti nel quartiere di Bonola, Ilaria e Gianluca Palummieri, anche se la cosa più terribile di questa grave situazione è stata la scoperta che a eseguire il fatto è stato il fidanzato della ragazza, Riccardo Bianchi, che ha poi confermato l’accaduto in commissariato.

Nel corso dell’interrogatorio davanto ai pm Riccardo ha così deciso di vuotare il sacco, anche per cercare di calmare il suo senso di colpa, e ha così raccontato che in un primo momento ad avere trovato la morte è stato Gianluca e successivamente, probabilmente senza avere ben chiaro nella mente cosa stava per compiere, si è presentato a casa della ragazza, che nel momento in cui gli ha aperto la porta si è trovata davanti il fidanzato sporco di sangue che ha così deciso di terminare l’opera immobilizzando sul letto Ilaria, che è stata poi picchiata e violentata più volte fino a essere stata uccisa anche lei.

Leggi tutto »

Clinica Santa Rita, bloccato il risarcimento ai pazienti

Clinica Santa Rita - Milano

Clinica Santa Rita - Milano

Uno dei casi di cronaca che negli ultimi anni ha fatto certamente discutere riguarda l’ex clinica Santa Rita, attiva per diverso tempo a Milano, che nel luglio di tre anni fa aveva visto l’arresto di una quindicesima di persone, tra cui anche il primario Brega Massone condannato a quindici anni di carcere, a causa di lesioni di vario tipo a diversi pazienti, alcuni sottoposti a interventi chirurgici pur non avendone la necessità e quindi esclusivamente per arricchimento personale.

Ora, però, a distanza di diverso tempo dovrà avvenire il risarcimento a favore dei pazienti, alcuni dei quali hanno subito danni irreparabili, ma inaspettatamente la clinica, che ora ha preso il nome di Città Studi ha avanzato la richiesta alla Corte di Appello di sospendere almeno temporaneamente i pagamenti prendendo come motivazione per questa decisione la sentenza di primo grado che è stata emessa tempo fa. La vicenda ha ovviamente danneggiato l’istituto dato che pur avendo sostituito i membri del personale coinvolti nello scandalo, alcuni dei quali finiti in manette, ma oltre a questo si sono verificati anche grossi problemi dal punto di vista economico a causa della transazione che è stata fatta a favore di Regione Lombardia e Asl che ha richiesto il pagamento di rben sette milioni di euro, ma anche il futuro sembra essere poco sereno visto che i pazienti visto il grave precedente nutrono poca fiducia nel farsi curare all’interno della struttura.

Leggi tutto »

Ragazza si suicida gettandosi dalla Rinascente

La Rinascente - Milano

La Rinascente - Milano

La Rinascente è il famoso centro commerciale milanese situato a due passe dal Duomo che è una meta quasi obbligata per gli amanti della moda o per chi sceglie di visitare il capoluogo lombardo, ma nella giornata di ieri è stato teatro di un evento davvero terribile  come il suicidio di una ragazza di ventinove anni che si è gettata dal settimo piano a cui hanno assistito anche alcuni testimoni che trovavano a passare di lì per caso.

L’episodio si è verificato intorno alle dieci della mattina e ha avuto per protagonista una studentessa della Cattolica, che solo negli ultimi giorni sembrava avere mostrato ai familiari qualche segno di malessere ma che certo non avrebbero mai immaginato stesse meditando un gesto così terribile e di cui sembrava certamente convinta visto che si è prima buttata cadendo solo di pochi piani e successivamente lo ha fatto una seconda volta arrivando a terra in condizioni ovviamente gravissime.

Leggi tutto »

Aumentano i reati e le richieste al 113 a Milano

Reati

Reati

Uno degli aspetti di cui l’amministrazione comunale milanese uscente e in attesa di sapere se potrà essere confermata dopo il ballottaggio in programma la prossima settimana sono sempre state le misure adottate per cercare di rendere più sicuro il capoluogo lombardo, specialmente le zone periferiche in cui soprattutto nelle ore serale si avverte timore nell’andare in giro, ma secondo una recente indagine la situazione non sarebbe corrispondente del tutto a questa analisi visto che è stato riscontrato un aumento dei reati negli ultimi mesi.

La crescita dei crimini in tutta la provincia milanese nell’ultimo anno è comunque pari solo allo 0.68% e comprende anche la zona di Monza, ma si tratta comunque di un dato che deve far riflettere visto che negli ultimi anni la polizia si era mostrata davvero orgogliosa di avere migliorato lo stato di sicurezza dei cittadini, che devono invece prestare ancora attenzione visto che sono soprattutto i furti e le rapine i fenomeni che sono avvenuti in misura maggiore. Il questore che opera da qualche mese ha quindi deciso di esporre in maniera chiara la situazione è attualmente presente in città evidenziando che nei primi quattro mesi del 2011 ci sono state più di 1.600 chiamate al 113. ma solo la metà di queste ha poi portato a una reale operazione di soccorso da parte degli agenti visto che in alcune situazioni si avverte una situazione di pericolo che spinge a chiedere aiuto, mentre in realtà si tratta soprattutto di una persona sola che contatta le forze dell’ordine solo perchè ha bisogno di essere rassicurata e ascoltata.

Leggi tutto »

Arrestata baby gang per rapine in metro a Milano

Baby Gang

Baby Gang

Il comportamento dei giovanissimi negli ultimi anni è decisamente cambiato rispetto a quello dei loro coetanei fino a una decina di anni fa visto che sono sempre di più gli episodi di criminalità che li vedono protagonisti e che permettono loro di avvicinarsi in maniera quasi del tutto indisturbata a un mondo pericoloso come quello della droga. Una dimostrazione di questa situazione è data anche dai recenti avvenimenti che si sono verificati a Milano e che hanno visto vittime diversi cittadini che nel corso dei loro viaggi in metropolitana sono stati vittime di diversi furti rendendo un momento ormai consolidato come il viaggio nei mezzi pubblici pieno di preoccupazioni visto che non si sapeva se questi personaggi fossero armati nel momento in cui cimpivano questi reati.

Leggi tutto »

Ragazza aggredita vicino all’Università Cattolica

Molestie sessuali

Molestie sessuali

Le studentesse che si recano all’Università spesso pensano di essere immuni da situazioni negative e hanno per questo la testa concentrata soprattutto sullo studio e sulla socializzazione con i propri compagni di corso ed è per questo che fa ancora più sensazione quanto capitato a una ragazza di 29 anni, che intorno alle 10 dello scorso sabato mattina è stata aggredita in seguito all’intervento di un clochard in una delle zone più affollate del capoluogo lombardo, il quartiere di Sant’Ambrogio, mentre era ormai vicina a raggiungere l’ateneo.

E’ stato successivamente riscontrato che la giovane è iscritta alla facoltà di Sociologia e che l’aggressione è avvenuta dopo un suo rifiuto a dare l’elemosina all’uomo, un quarantottenne di origine romena, che si è comportato come se fosse stato colto da un raptus spingendo la studentessa contro un muro situato lì vicina e provando a molestarla sessualmente. Nonostante il momento non certamente facile, la ragazza ha trovato la forza dci gridare e chiedere aiuto facendo così desistere l’uomo che stava già provando ad abbassarsi i pantaloni e ad abusare di lei.

Leggi tutto »

Vigili di Milano dotati di spray urticante

Spray peperoncino

Spray peperoncino

Nonostante le diverse misure introdotte da parte dell’amministrazione comunale milanese per tutelare la sicurezza dei propri cittadini, sono ancora diverse le aggressioni che si verificano soprattutto nei confronti delle donne ed è per questo che molte appartenenti al sesso femminile scelgono di prendere parte a corsi di autodifesa per cercare di non essere colte impreparate nel caso in cui si trovino di fronte un malintenzionato.

Ora, però, nel capoluogo lombardo si è deciso anche di introdurre una nuova tutela che andrà a beneficiare dell’operato dei vigili urbani e della Polizia Locale che potranno circolare nelle varie strade mentre sono in servizio dotati di uno spray urticante al peperoncino che potrà essere utilizzato nel caso in cui avvertano una situazione di pericolo. In questa fase iniziale saranno dieci gli spray che potranno essere utilizzati dagli agenti e almeno per le prime settimane si tratterà di un’operazione di tipo sperimentale la cui durata non è stata ancora decisa ed è per questo che si effettuerà una valutazione più precisa a seconda dell’andamento della situazione.

Leggi tutto »

Paolo Maldini rinviato a giudizio per corruzione

Paolo Maldini

Paolo Maldini

Uno dei giocatori che ha contribuito a rendere ancora più gloriosa la storia del Milan, una tra le formazioni italiane più famose all’estero e che grazie alla presidenza Berlusconi è riuscita a ottenere il titolo di club più titolato al Mondo, è certamente Paolo Maldini, che nella società rossonera è nato e cresciuto seguendo l’esempio del papà Cesare arrivando a sollevare tanti trofei anche nel periodo in cui ha indossato la fascia di capitano.

Il difensore rossonero si è sempre caratterizzato nel corso della sua carriera, durata fino a giugno del 2009, per la correttezza e il rispetto degli avversari sia dentro sia fuori dal campo ed è per questo che fanno ancora più scalpore le accuse che sono state mosse nei suoi confronti di corruzione e accesso abusivo ai sistemi informatici e che lo porteranno a prendere parte a un processo che si terrà il prossimo 21 giugno presso il Tribunale di Milano. I reati che sono stati addebitati a Maldini sarebbero stati riscontrati dopo alcune intercettazioni telefoniche in cui si sentirebbe la voce dell’ex capitano rossonero mentre è intento a chiedere informazioni in merito alla reputazione di una persona che gli aveva proposto un investimento immobiliare ed è proprio per evitare di spendere soldi inutilmente che si sarebbe reso disponibile a versare una somma in denaro in cambio di queste notizie.

Leggi tutto »

Esperti del Comune di Milano valutano la nube radioattiva

Radiazioni nucleari

Radiazioni nucleari

Il  terremoto e il maremoto che hanno colpito il Giappone un paio di settimane fa hanno certamente colpito il cuore di tutti dato che pur trattandosi di un Paese tecnologicamente avanzato non è facile tornare alla normalità e ancora adesso si sta cercando di monitorare la situazione per evitare che possa esserci dispersione di radiazioni da parte dei reattori presenti in varei zone del Sol Levante.

Anche l’Italia non vuole stare a guardare e sta cercando di operare in maniera attiva per cercare di verificare che non possano esserci rischi anche per la nostra salute ed è per questo che il Comune di Milano, grazie all’intervento dell’assessore Giampaolo Landi di Chiavenna, ha deciso di nominare una commissione formata da un gruppo di esperti che avranno il compito impegnativo di effettuare una serie di analisi per salvaguardare il benessere dei milanesi e tranquillizzare quindi la popolazione. Sono in molti, infatti, i nostri connazionali che cominciano a nutrire una certa preoccupazione per la fuoriuscita di alcune particelle radioattive provenienti dalla centrale di Fukushima che sono in procinto di arrivare in Italia, anche se in misura molto minore rispetto a quanto successo ormai più di vent’anni fa con il problema di Chernobyl.

Leggi tutto »

Calano i consumi di droga a Milano

Consumo droga

Consumo droga

Uno dei problemi che ormai da anni si considera quasi parte integrante nel comportamento dei milanesi è dato dall’utilizzo delle droghe, che diventa più frequente soprattutto all’interno dei locali che fanno parte della movida milanese e in cui riuscire a impossessarsene diventa anche piuttosto facile.

Secondo una recente indagine effettuata su un campione di residenti nel capoluogo lombardo il consumo di sostanze stupefacenti sarebbe sceso  e infatti si è passati dal 20,7% del 2007 al 14, 9% nell’anno passato da poco, anche se le persone che comunque ne fanno ancora uso in modo quasi del tutto abituale non sono poche e questo rende necessario continuare con le campagne di prevenzione che periodicamente vengono lanciate dall’Assessorato alla Salute nei confronti della popolazione. Nel capoluogo lombardo, infatti, si arriva addirittura a registrare nel consumo di droga il doppio rispetto alla media nazionale soprattutto per quanto riguarda sostanze come cannabinoidi e cocaina e si arriva addirittura al triplo per quanto riguarda anfetamine e allucinogeni.

Leggi tutto »